Rapporto su un viaggio in Bulgaria, Bansko (Svetlana Azeva )

Sì, non stavamo andando in montagna questa primavera … Beh, onestamente … Bene, abbiamo deciso di risparmiare denaro – nei piani di agosto, il grande pokatushki in Argentina (ma pah-pah-pah : non rovinarlo 😉

Ma sono passati due mesi dal nostro viaggio di Capodanno – e siamo in preda a vaghi dubbi … Da una parte, abbiamo concordato di non partire prima dell’estate … E dall’altra. .. In primo luogo, Lechin celebra il suo compleanno in montagna nel solito modo. In secondo luogo, i passaporti con la disponibilità annuale dei multivizat bulgari sono diventati completamente polverosi nell’armadio in soli due mesi … E ora a Bansko è la neve …

Più dubbi il 27 e il 28 … Un fedele amico del Capital Tour offre 300 euro per i biglietti più economici per Sofia – gli stronzi del rospo, ma risparmiamo! Stiamo girovagando su Internet, cercando di guardare altrove, come opzione possibile, compaiono alcune visite economiche ad Andorra

Di conseguenza, il 1 ° marzo, Lech ha chiamato “Capital Tour”, un calo di prezzo fino a 100 euro (andata e ritorno), imballiamo gli sci! Uraaaaaaa !

6 ° volo A Mosca con il treno del mattino, Serega, fratello Lekhin, riunisce a Kursk, andiamo verso l’aeroporto. Regalo di compleanno – borsa da sci, per 2 paia, su ruote – conveniente! – E ‘venuto solo di sfuggita. Seryog , grazie ancora, per favore!

L’aereo alle 20-05. Nell’aereo, di solito passiamo il tempo dietro al whisky. Alle 21h-55h siamo a Sofia. La questione del trasferimento Sofia – Bansko è risolta molto rapidamente: all’aeroporto, ci rivolgiamo ai rappresentanti delle agenzie di viaggio che incontrano i loro turisti (sono 5, Tural , Solural , Almatur , due o tre altri, con cartelli molto disparati), vorremmo avere posti Come risultato, partiamo con una delle compagnie in un comodo autobus a 15 euro a persona. (A proposito, hanno chiesto ai tassisti $ 80. Cioè, se ne attraversi quattro, non hai molto da temere per un trasferimento, soprattutto perché probabilmente puoi negoziare con quegli ottanta.

Verso le tre del mattino, finalmente siamo a casa. Di fretta, spargiamo gli oggetti in luoghi. Domani, non abbiamo tempo di sistemare le cose, domani, CLIMMING!

Primo giorno di sci, 7 marzo.

In linea di principio, dal nostro hotel agli impianti di risalita – circa 15 minuti a passo lento. Ma camminare con gli scarponi da sci è un compito ingrato. Al mattino, negoziamo con la ragazza più gentile alla reception dell’hotel più vicino (” Mountview Lodge”). Abbiamo il permesso di prendere l’ascensore con il loro bus + per lasciare la nostra attrezzatura nel deposito sci dell’hotel. Viaggio 8 leva per due round trip. Onestamente ha dato l’autista con il quale hanno concordato. A volte un altro arrivò – quindi 8 lev furono salvati con successo, unendosi alla popolazione alberghiera locale.

L’autobus parte al mattino e impiega mezz’ora dopo lo sci:

Nessuna fila! Tranquillamente, acquistiamo lo skipass, saliamo le scale fino all’ascensore e saliamo subito. Con orrore, ricordiamo le vacanze di Capodanno quando abbiamo fatto la fila per un’ora e mezza per prendere l’ascensore!

Informazioni da banskoski.com: pratica la lettura in bulgaro, questo ti tornerà utile.

Layout del percorso di Bansko:

Ora erano seduti e si chiedevano cosa scrivere sui binari … Per noi, dopo Cheget , quasi tutti i pezzi sono “perfettamente preparati”. Beh, sì, guidano i rastrelliera la sera … Beh, sì, noi amanti, ci alziamo presto, non una volta con piacere sulle orme della serata … Naturalmente, al la seconda metà della giornata, tutto si rompe – in alcuni punti, anche i dossi si stanno formando – e, spaventoso dirlo, ci piace anche scalare i cumuli … Ma – non ne abbiamo incontrati uno e non due insoddisfatti del preparazione delle piste. Pertanto, non vogliamo consigliare nessuno – la nostra posizione è semplice – amiamo TUTTI tutti i percorsi: preparati, impreparati, veloci e duri, morbidi, con tumuli …

E ancora: amiamo più tracce fuori pista. Pertanto …

“Schema delle zone freeride per i principianti” – vengono disegnate in base alle impressioni ricevute, guarda le frecce rosse e i numeri – numero di discese. Foto firmate anche dal numero di discese. Attenzione: il nostro programma non è affatto una guida d’azione, in quanto il fuori pista a Bansko è vietato – in linea di principio.

Scendi le frecce 1, 2, 3, 4, 5 – un circo alla sinistra di Todorka (vedi sotto – dall’ascensore alla montagna). Approssimativamente, scendono dall’ascensore lungo l’Arrow 1. Anche se ci sono tracce di Todorka Ridge che scendono lungo l’Arrow 2, uno stretto corridoio 3 e Saddles 4 e 5 Per tutte le discese tranne la prima, è necessario salire la cresta fino alla cima di Todorka . Non abbiamo camminato, siamo caduti direttamente dagli ascensori lungo la freccia 1. Grandi vedute delle montagne!

All’uscita del circo, è meglio restare a sinistra e uscire al capolinea dell’ascensore I.

Discese 6, 7, 8, 12 – la sala sulla destra della città di Todorka . Esistono diverse varianti di discese, quindi inserisci diversi corridoi. Puoi immediatamente scendere dallo skilift (o appena sotto di esso – a seconda del manto nevoso) lungo la freccia 6; hai già visto due piste da sci e una pista da valanga di recente discesa – la voglia di salire è completamente scomparsa.

Sulla freccia 8 in basso, molto divertente!

Secondo la freccia 7, Lech ha viaggiato da solo e ha preso in simpatia questa discesa l’anno scorso. Lech: “All’inizio, un campo abbastanza largo con una buona pendenza viene gradualmente compresso in uno stretto corridoio. Nel corridoio, ho sfogliato il linguaggio di una piccola valanga. Una superficie terribilmente irregolare, in uno degli angoli, lo sci è stato sconfitto, in uno sci fino a 10 metri – come un momento – ha iniziato uno sci e cadde! Discesa dal corridoio – piccoli alberi sulla strada (lungo i cartelli stradali che indicano “Avalanche”). Puoi camminare attraverso i boschi sulle creste dei corridoi, ma c’è la possibilità di colpirti su ripide scogliere – dovrai scrocchiare lateralmente. In generale, la scelta della discesa è piuttosto ampia, tutto dipende dall’abilità del “pilota”.

Le discese lungo le frecce 6 e 7 sono chiaramente visibili dall’ascensore VI (sedersi nella sedia più a destra).

Terzo giorno : Radauti-Bran (dalla Bucovina alla Transilvania)
3471/5000 Secondo giorno: Kiev-Radauti (Romania)