Autostoppista nel Sud Sudan

Pubblicato il : 03 Aprile 201915 tempo di lettura minimo

Sudan. Il paese è il sogno di ogni viaggiatore, in cui ogni viaggiatore riceve un rifugio e una cena abbondante in tutte le aree popolate, dove la gente non si sbriga e non urla mai … È così che Anton Krotov del Sudan ha dipinto e questo è ciò che Dima ha visto nei suoi sogni. Questo paese non compariva in alcun modo nella lista dei miei sogni ambiziosi, ma l’interesse suscitato, reso cosciente dai libri di Krotov , era certamente lì. Per noi, il Sudan è iniziato al Cairo, dal momento in cui abbiamo appreso che un visto per un paese da sogno costa $ 100. Ho parlato con il console e l’ambasciatore del Sudan nella speranza di ottenere visti, se non liberi, con almeno il 50% di sconto, ma tutti mi hanno detto con una sola voce che era impossibile in qualsiasi circostanza, anche se ero presidente della Russia.

Avevamo $ 266 per due e un po ‘di soldi egiziani, quindi la scelta era di andare in cima e dare tutto per ottenere un visto, o per tornare a Nuebe e, proprio mentre stavano entrando in Egitto, furono traghettati in Siria. . Ci sarebbero costati 150 dollari per due persone e il resto dei soldi sarebbe bastato per tornare in Russia, visto che i visti siriani e turchi costano 20 dollari a testa e il transito in georgiano, di solito circa 6 dollari, senza dimenticare l’Azerbaigian senza visto e ospitale; Questa è la domanda: se a novembre, in Turchia, a volte abbiamo dovuto camminare fino ai piedi nella neve, poi a gennaio, indossando scarpe da ginnastica e indossando leggeri frangiventi, vivremmo in montagna? C’era un’altra opzione per andare in Libia e continuare il viaggio lungo la costa mediterranea, ma la Libia è un paese che conoscevo di sicuro. che è arabo e che gli arabi di noi hanno già bevuto così tanto sangue che volevamo lasciare rapidamente i territori che occupavano. La nostra scelta è stata quindi il Sudan. Per vivere senza soldi ci siamo abituati e, per giunta, venire in Africa e non vagare nella savana, ci sembrava una vera bestemmia e il modo in cui la Libia praticamente escludeva la possibilità di cadere nell’Africa centrale. L’ultima prova della fedeltà del percorso scelto era un piccolo adesivo solitario apposto sulla porta del visto dell’ambasciata sudanese, con le parole ” Cast Iron Hurricane “, che rappresentava una motocicletta nera con la scritta russa a Novosibirsk. E poiché siamo nati e cresciuti in questa città a migliaia di chilometri dall’Egitto, lo abbiamo considerato un buon segno e, dopo aver preparato i documenti necessari, ogni due giorni, con nuovi visti sudanesi decorati con adesivi olografici, si allontanarono dal Cairo, disgustosi, verso sud. Quando siamo arrivati ​​ad Aswan domenica mattina, abbiamo scoperto che l’unico modo per arrivare in Sudan è comprare i biglietti per il traghetto, che viene effettuato solo il lunedì. Tutte le opportunità di hydrostop erano sparite, poiché era sui timbri del traghetto che venivano messi nel passaporto. I confini terrestri sono stati ufficialmente chiusi. Il biglietto traghetto più economico costa circa $ 65. Quando ero al botteghino cercando di scoprire se era possibile rifiutare qualsiasi servizio e cibo a bordo, per ridurre i prezzi dei biglietti, ho tradito la nostra mancanza di denaro. Anche senza cibo, i biglietti che non potevamo permetterci, così ho chiesto direttamente al capo dell’ufficio: Abbiamo lasciato il Cairo ferito verso sud. Quando siamo arrivati ​​ad Aswan domenica mattina, abbiamo scoperto che l’unico modo per arrivare in Sudan è comprare i biglietti per il traghetto, che viene effettuato solo il lunedì. Tutte le opportunità di idrostop sono scomparse perché era sul traghetto che i timbri venivano messi nel passaporto. I confini terrestri sono stati ufficialmente chiusi. Il biglietto traghetto più economico costa circa $ 65. Quando ero al botteghino cercando di scoprire se era possibile rifiutare qualsiasi servizio e cibo a bordo per ridurre i prezzi dei biglietti, ho tradito la nostra mancanza di denaro. Anche senza cibo, i biglietti che non potevamo permetterci, così ho chiesto direttamente al capo dell’ufficio: Abbiamo lasciato il Cairo ferito verso sud. Quando siamo arrivati ​​ad Aswan domenica mattina, abbiamo scoperto che l’unico modo per arrivare in Sudan è comprare i biglietti per il traghetto, che viene effettuato solo il lunedì. Tutte le opportunità di idrostop sono scomparse perché era sul traghetto che i timbri venivano messi nel passaporto. I confini terrestri sono stati ufficialmente chiusi. Il biglietto traghetto più economico costa circa $ 65. Quando ero al botteghino cercando di scoprire se era possibile rifiutare qualsiasi servizio e cibo a bordo per ridurre i prezzi dei biglietti, ho tradito la nostra mancanza di denaro. Anche senza cibo, i biglietti che non potevamo permetterci, così ho chiesto direttamente al responsabile dell’ufficio: funziona solo il lunedì. Tutte le opportunità di idrostop sono scomparse perché era sul traghetto che i timbri venivano messi nel passaporto. I confini terrestri sono stati ufficialmente chiusi. Il biglietto traghetto più economico costa circa $ 65. Quando ero al botteghino cercando di scoprire se era possibile rifiutare qualsiasi servizio e cibo a bordo per ridurre i prezzi dei biglietti, ho tradito la nostra mancanza di denaro. Anche senza cibo, i biglietti che non potevamo permetterci, così ho chiesto direttamente al responsabile dell’ufficio: funziona solo il lunedì. Tutte le opportunità di idrostop sono scomparse perché era sul traghetto che i timbri venivano messi nel passaporto. I confini terrestri sono stati ufficialmente chiusi. Il biglietto traghetto più economico costa circa $ 65. Quando ero al botteghino cercando di scoprire se era possibile rifiutare qualsiasi servizio e cibo a bordo per ridurre i prezzi dei biglietti, ho tradito la nostra mancanza di denaro. Anche senza cibo, biglietti che non potevamo permetterci, così ho chiesto direttamente al capo dell’ufficio: Per rendere i biglietti più economici, ho tradito la nostra mancanza di denaro. Anche senza cibo, biglietti che non potevamo permetterci, così ho chiesto direttamente al capo dell’ufficio: Per rendere i biglietti più economici, ho tradito la nostra mancanza di denaro. Anche senza cibo, biglietti che non potevamo permetterci, così ho chiesto direttamente al capo dell’ufficio:

– Possiamo guadagnare i soldi che ti mancano?

– Cosa puoi fare?

– Possiamo sbiancare il tuo ufficio.

– Cosa, davvero? – Lo chef sembrava sorpreso. Va notato che sia l’ufficio che la reception di fronte a lui somigliavano ai corridoi del peggiore dei dormitori dell’ex fabbrica: i mobili erano coperti da uno spesso strato di polvere dove non era stato toccato e dove era erano colpiti – c’erano macchie scure o untuose, impronte digitali nere, esattamente le stesse delle pareti e delle porte.

– vero. Abbiamo solo bisogno di secchi, stracci e detersivo. La sera ci laveremo il tuo ufficio.

“Ma qui abbiamo un altro ufficio nelle vicinanze, c’è una cucina e un bagno.” Devi anche lavare le scale del secondo piano. Se mi dai tutti i tuoi soldi egiziani e li pulisci la mattina, puoi tranquillamente andare al porto, dove ti darò due dei tuoi biglietti di seconda classe completamente decorati, insieme ai buoni pasto.

Così siamo riusciti a salire sul traghetto e, dopo aver passato la notte sul tetto sotto la scialuppa di salvataggio (posti di seconda classe), abbiamo messo piede a mezzogiorno sul suolo sudanese. Qualche parola sulla cottura a bordo: il destino ci ha inviato un buono in più per i pasti, così lo abbiamo scambiato per pranzo quasi subito dopo la partenza. Non ho mai mangiato così disgustoso nella mia vita. La parte non vegetariana della cena è stata condivisa con un amico e il vegetariano è stato mangiato in due con Dima. Nonostante ognuno di noi avesse ricevuto solo un terzo della porzione standard della cena, non volevamo più guardare il cibo. Ci siamo scambiati i restanti due coupon più tardi per le arance, spiegando al personale di cucina che non potevamo mangiare il loro cibo. Quindi se qualcuno che legge queste righe dovrà comprare un biglietto per questo traghetto, chiedigli di dedurre un buono pasto dal suo costo,

Un amico con cui abbiamo condiviso il pranzo sul traghetto era anche un viaggiatore. Ha viaggiato in bicicletta dalla città di Marsa Mubarak ad Aswan e, dopo uno studio applicato sulla strada per il Sudan via terra, è stato costretto a comprare i biglietti del traghetto per sé e la sua bicicletta (sapeva in anticipo che l’unico modo per arrivare in Sudan – È un traghetto, ma volevo ancora sapere cosa stava accadendo sulla rotta terrestre: c’erano poliziotti egiziani con il loro senso dell’umorismo e il loro alloggio, a quanto pare i nervi dei viaggiatori erano in compiti diretti). Aveva una guida Bradt per il Sudan, in cui ho letto la necessità di registrarsi non più tardi di tre giorni dopo l’arrivo in Sudan, e il costo di questa registrazione era di $ 33. Immagina la nostra sorpresa e quella di Dima quando ne leggo. Dopotutto, avevamo solo $ 66 per due! In effetti, la registrazione era un po ‘più costosa. Un po ‘più di quaranta dollari a persona (103 sterline sudanesi). Ed era necessario, come un visto. Secondo uno dei funzionari doganali, la registrazione è una continuazione del processo di richiesta del visto e, come il visto, viene incollato su un passaporto e controllato presso ciascuna stazione di polizia. Quindi, in effetti, un visto sudanese costa circa $ 140. In ogni grande città, è anche necessario cercare un ufficio immigrazione, che di solito è nascosto in un vicolo in una delle zone più remote della città (e nessuno sa esattamente dove si trova), cercare un anglofono e ricevere un permesso (grazie a Dio, gratis). visitare il territorio adiacente alla città. Omettendo i dettagli, dirò che siamo stati in grado di ottenere la registrazione, anche se molto più tardi rispetto alla legge sudanese, e siamo stati multati. Abbiamo una tale serie di licenze che non sono più nella nostra borsa per i documenti.

Per ottenere il permesso di visitare il Sudan meridionale, abbiamo dovuto ottenere un visto per l’Uganda a Khartoum, che, di regola, non è garantito. Ma anche con tutti i documenti richiesti, dopo aver raggiunto il Sudan meridionale, siamo stati costantemente interrogati dall’esercito e dalla polizia. Il fatto è che il sud e il nord del Sudan sono due paesi diversi, con diversi leader, religioni e persino bandiere. Gran parte del Sudan meridionale, con l’eccezione della Valle del Nilo, divisa dai contadini nei campi e piantata con palme da datteri, è un arbusto. Sembra una savana – molti cespugli di spine e ombrelli di acacia, che crescono a una distanza sufficiente l’uno dall’altro, quindi non possiamo parlare della foresta. E in questo cespuglio, centinaia di giovani sudanesi si nascondono, sognando un colpo di stato nel paese e rovesciano il governo esistente. La polizia e l’esercito del Sudan meridionale, essendo protetti, e talvolta rappresentanti diretti di questo governo, temono che questi residenti di Bush non possano rapire o uccidere gli stranieri al fine di minare l’autorità dell’attuale governo agli occhi del comunità internazionale. Quindi, un alto funzionario ci ha detto che i suoi subordinati ci hanno fermato sulla strada e ci hanno portato nel suo ufficio. E un altro alto funzionario ci ha detto che potremmo usare le nostre autorizzazioni per visitare il Sudan meridionale, dato che sono state rilasciate a Khartoum, una città nel nord del Sudan. E decine di agenti di polizia di livello molto basso ci hanno appena fatto incazzare, li hanno scaricati dalle nostre macchine, interrogati, controllati e ricontrollati tutti i nostri documenti, ritardandoci di 40-50 minuti in ogni stazione, che vengono posizionati ogni 5 10 chilometri e ancora più spesso. Una volta, quando la polizia arrivò da un’auto ordinaria e passò circa un’ora nella loro canna, portammo i nostri documenti e andammo più lontano, ma non avevamo nemmeno due chilometri da percorrere, un poliziotto motociclista lo raggiunse e cercò di convincerlo a tornare. in ufficio. Non abbiamo prestato alcuna attenzione a lui e abbiamo continuato. Poi ha chiamato rinforzi e altri due poliziotti sono arrivati ​​in taxi. Era ovvio che avevano ricevuto l’ordine di riportarci all’ufficio postale, ma non osavano toccarci, cercando di essere pieni di tatto in un piccolo taxi locale. Dato che siamo stati carini . Dima insultò la polizia, gettò lo zaino sul bordo della strada e si sedette su di esso, di nuovo alle autorità. Ho fatto esattamente la stessa cosa, ma li ho controllati in inglese per renderlo più chiaro. Cinque minuti dopo, la polizia se ne andò. Ma non tutti potevano cavarsela così facilmente. In molte posizioni c’erano armi seri e le persone che vi avevano accesso non sempre ispiravano fiducia. Uno degli alti ufficiali di polizia è apparso persino sotto l’effetto di droghe quando ha iniziato a interrogarci. È difficile parlare all’irresponsabile in generale, e se questa pistola scoperta irresponsabile è sul tavolo, è anche pericoloso. In breve, non potremmo sopportarlo. Siamo stati costantemente accusati di spionaggio e tentati con ogni mezzo di impedire i nostri progressi verso il sud. Quindi, quando abbiamo raggiunto il 9 ° grado di latitudine nord, abbiamo trovato segni di una grave malattia tropicale in me. L’organismo salvato. Avevamo bisogno di cure mediche urgenti, o almeno di un riposo banale per il quale, nel sud del Sudan, per decenni, tormentato da violenti giochi politici, non c’era speranza. “Non puoi andare a vivere a Juba,” ci disse uno dei poliziotti. “Non c’è strada. Solo gli elicotteri vanno lì. Ma c’era una strada sulla mappa e l’abbiamo seguita. Era sporco, rotto, deserto … ma lo era. Non c’era forza per continuare. Quindi, non appena siamo arrivati ​​alla base delle Nazioni Unite, abbiamo subito chiesto aiuto. Non importava a noi come ci avrebbero aiutato – per arrivare a Juba, dove l’Uganda poteva essere raggiunta, o mi avrebbero guarito per poter andare oltre, se solo potessi aiutare. In generale, l’ONU è un’organizzazione militare, e tutti ci hanno assicurato che non avremmo aspettato il loro aiuto, non avremmo nemmeno il permesso di attraversare i cancelli. Ma siamo stati fatti entrare. Ho parlato con l’agente di sicurezza e ha parlato con qualcun altro e con qualcun altro. Il capo della sicurezza ha scoperto che avevo bisogno di assistenza medica urgente, ma senza la benedizione dell’ambasciata russa, è risultato che l’ONU non aveva il diritto di aiutarci. Contatta il console russo. Ci ha maledetto al telefono e ha detto che ora, grazie alla nostra stupidità, dovremo sospendere il lavoro dell’ambasciata per tre giorni e il loro lavoro è ora delirante. Ma la benedizione ha dato. Siamo stati accuratamente perquisiti e portati in ospedale, dove hanno prelevato il sangue da una vena per analisi. La terapeuta indiana in uniforme militare mi esaminò e, dopo aver ricevuto i risultati dei test, annunciò cattive notizie: se continuassimo il viaggio, morirò tra poche settimane. “Hai bisogno di quattro settimane di riposo a letto”, dice, e mi ha consegnato carte a colori con i risultati dei test e una diagnosi. “Non puoi più bere l’acqua del Nilo e devi mangiare regolarmente. Ti daremo un po ‘di medicine e dovrai portarlo avanti per tutte e quattro le settimane “, disse, mentre lei iniziava a sistemare scatole di medicinali impilate sugli scaffali del salone. “In relazione a te, tuo marito è in perfetta salute”, ha aggiunto.

Di conseguenza, grazie alla cura dell’ambasciata russa e alla reattività del personale delle Nazioni Unite, siamo stati evacuati su un aereo delle Nazioni Unite a Khartoum, dove ho trascorso una settimana a gocciolare. Ogni giorno, un gentile medico russo, Zhenya , mi visitò e mi iniettò accuratamente. Ha anche portato Dima e me cibo e notizie dal mondo esterno. Lo stesso giorno, quando è stata consegnata l’ultima iniezione prescritta per me, siamo stati imbarcati su un aereo per Mosca dopo aver emesso un prestito per nostro conto, che siamo obbligati a pagare entro sei mesi. Grazie alla provvidenza, grazie alla quale Dima e abbiamo genitori meravigliosi a Mosca, che ci hanno incontrato all’aeroporto, abbiamo donato abiti e scarpe invernali, così come due biglietti del treno per Novosibirsk . Siamo tornati a casa il 30 gennaio 2010. Quattro mesi dopo

Questo saggio è stato scritto fuori programma, prima di descrivere Azerbaijan, Georgia, Turchia, Siria, Giordania ed Egitto (e non abbiamo descritto Indonesia, Birmania e Kazakistan al nostro viaggio precedente prima della fine) per avvisare i viaggiatori che viaggiano in Africa quest’anno. Se la tua salute fisica e mentale è importante per te, non provare ad andare nel Sudan meridionale. E per le ragazze, aggiungo: non pensare di visitare paesi arabi. Hanno il loro fascino, ma queste vedute che il 70% degli uomini, che si considerano veri musulmani, ti spogliano, sono così disgustosi che tutto il fascino dei deserti e delle città antiche può essere avvelenato da loro. Mi è piaciuto molto il popolo sudanese, sono persone sincere, aperte e molto amichevoli, ci hanno davvero aiutato a sopravvivere nel loro paese, a parte il fatto che a volte si sono trovati a dover sopravvivere. E tra gli arabi, abbiamo incontrato persone meravigliose, le cui prospettive ci hanno affascinato e ispirato la speranza di un futuro promettente, ma abbiamo ancora incontrato nei paesi arabi alcuni che, sfregandosi le une sulle altre, giorno nella moschea, avvelenando ogni ora lo spazio che li circonda. con bugie, lussuria e invidia, che, con il nome di Allah sulle labbra, viola i suoi comandamenti e colpisce immediatamente il suo petto dichiarando orgogliosamente di essere un musulmano. È disgustoso. viola i suoi comandamenti e colpisce immediatamente il petto dichiarandosi orgogliosamente un musulmano. È disgustoso. viola i suoi comandamenti e colpisce immediatamente il petto dichiarandosi orgogliosamente un musulmano. È disgustoso.

Plan du site