Dove vivono i turisti di Krasnoyarsk ?

Già alle 7 del mattino ero all’ufficio postale “come un cetriolo”. Risultò che passai la notte a pochi metri dal ponte sul fiume Kiya . La posizione non era adatta per l’autostop, perché la strada era stretta ei pendii ripidi davanti al ponte non lasciavano spazio a un marciapiede. Alla stazione, tre miliziani “feriti”. Nonostante le differenze esterne, si fermarono e ispezionarono le macchine con la stessa intensità. Uno di loro indossava un’uniforme e un berretto; un altro – in uniforme e berretto; il terzo – in pantaloni sportivi non uniformi, infradito e t-shirt verde. Come posso “servire” in questo “vestito”, rimane un mistero per me.

Dopo aver soggiornato in questa posizione per 55 minuti, ho voluto mangiare e sono entrato nella macchina “locale”, chiedendo all’autista di portarlo “all’unità più vicina”. Alle 8 del mattino comprai pane caldo in un negozio del villaggio e mi diressi verso la sala da pranzo di fronte. Dopo colazione nella sala da pranzo, sono andato sull’autostrada nel centro del villaggio, che è stato chiamato per qualche motivo il molo. Dopo 10 minuti, se ne andò con una giovane coppia per un veloce “Kopek” a Krasnoyarsk .

Alle 11:25, 15 km da Achinsk , intorno al pilastro 335, ho visto un autostoppista con uno spesso zaino nero che stava votando verso Mosca. Attraversammo il fiume Chulym e andammo nella città di Achinsk . Come altre città della Siberia, questa città aveva molti tubi. “Young” voleva visitare un grande negozio ad Achinsk , ma si è rivelato un giorno di riposo di domenica.

Al fiume, grande Kemchug organizzò una sosta per il pranzo. Il fiume stesso, a differenza del nome, si rivelò piccolo e stretto. Le persone che mi hanno portato a casa dal villaggio ea pranzo, abbiamo mangiato pane fresco con uova sode, pancetta affumicata e kvas fatti in casa. Ho avuto un uovo con due gialli. Ha divertito tutti, ma ho pensato che fosse pessimo per l’ecologia siberiana, ma non ho detto una parola.

Prima di arrivare a Krasnoyarsk , queste persone hanno deciso inaspettatamente di visitare la zia nel villaggio del nome dei 13 combattenti. Mi è stato lasciato cadere al turn. Il posto era scomodo e dovetti camminare fino al più vicino canale vicino al fiume, dove era più comodo votare. Mezz’ora dopo, un Tatar dei “Sei” venne a prendermi. Per prima cosa, ci siamo fermati all’aeroporto locale di Yemelyanovo , dove l’autista stava lavorando come chef nel locale caldaia. Dal suo ufficio ho chiamato l’unico che avevo a Krasnoyarsk , un certo Pasha. Pasha non era a casa. Il tubo è stato apparentemente preso da suo padre. Non sapeva quando Pacha sarebbe stato qui e ho promesso di chiamare più tardi.

Dall’aeroporto a Krasnoyarsk , la strada era decisamente eccellente. Il paesaggio circostante ha attirato tutta la mia attenzione. Abbiamo guidato il cartello “KRASNOYARSK” e ho lasciato velocemente l’auto vicino alla casa in cui si trovava l’ appartamento di Pashin .

Con mia sorpresa, nessuno suonò il campanello. Dopo essermi seduto, “per decenza” all’ingresso fino alle nove, sono andato alla porta “VV” con il messaggio assegnato che, si dice, “è stato, ma non ha trovato? “. Dal momento che non avevo più Krasnoyarsk Viss , c’era solo una via d’uscita: passare la notte in una tenda. Pensai di sistemare una tenda vicino al portico come una bestemmia per Pasha, dopo aver attentamente pensato alla domanda “Dove puoi passare la notte a Krasnoyarsk sotto una tenda?” Mi sono ricordato dell’esistenza di alcune colonne di Krasnoyarsk. Come ho sentito, i pilastri di Krasnoyarsk sono un luogo di riposo per molti alpinisti, da qualche parte vicino alla città. E una volta che abbiamo domenica, ci saranno così tante persone con cui puoi fare amicizia, ecc. Come arrivarci mi preoccupava meno, perché per qualche ragione ero sicuro che le macchine andassero lì.

Dopo aver lasciato la corte di Pasha, ho scritto una cartolina ai miei genitori perché non sapevo quando sarei in una grande città per inviare una lettera su Internet.

Cerca di creare un sit-systop arricchito, fornendo informazioni molto interessanti:

Si scopre che devi andare ai poli dall’altra parte di Yenissei e attraversare il ponte solo con passaggi speciali. I conducenti consigliarono di prendere l’autobus e spostare lo Yenisei .

Il bus era etichettato come “TAXI ROAD”. Un uomo era seduto accanto all’unica porta e stava recuperando un rublo e mezzo dai passeggeri in partenza. Era possibile inserire il “taxi” gratuitamente. Attraversando il ponte su un fiume largo e veloce, ho pensato al destino che attende un uomo che si rifiuta di pagare? I biglietti “uomo all’uscita” non hanno dato a nessuno, come controllano l’ispettorato delle tasse? Quindi ho preso l’autobus una seconda volta per questo viaggio.

Pagando, ho chiesto all ‘”uomo” come arrivare ai polacchi. Come molti altri “civili”, cominciò a spiegarmi dove e su quale autobus potevo andare su e giù …

Camminai lungo Matrosov Street fino all’incrocio con la ferrovia, poi svoltai a destra in Sverdlov Street . Sulla strada, ho chiesto ai passanti di assicurarsi che fosse questa strada a diventare la strada di Divnogorsk.

Sistopil dieci minuti. Tutti i piloti hanno detto che erano usciti in città. Alla fine, un giovane dello ” Zaporozhets ” mi ha guidato abbastanza lontano dalla stazione ” Yenisei “. Era già la periferia della città e rapidamente presi la “Lada” “prima dei pilastri”. L’autista ha parcheggiato su una strada buia, lasciando i boschetti e ha detto:

– Bene, eccoti qui. Fino ai pilastri 7 km più in alto. Dopo 2 km – barriera. Non sono ammesse altre auto – Riserva.

– E come posso arrivare ai pilastri?

– a piedi. Per allacciare. Ci stai andando a chiedere.

– E le “corde” guidano le auto?

– Raramente. Ora, a mezzogiorno, nessuno se ne andrà.

– grazie, ci vado. Al contrario, trascorro la notte ai margini della strada.

– Beh, felice per te!

– Arrivederci.

Sto andando al buio. Scorrere il torrente sinistro. Faceva freddo Dall’alto, due sagome si incontrano. Sì, penso che ora mi ruberanno “sulla strada buia” …

Voce maschile di colore nero:

– Ci sono partite?

E se è un Stolbist ? Dobbiamo venire ad incontrarci.

– Sì, ma in uno zaino. Ho intenzione di prenderlo ora.

– Aspetta, aspetta … – Un giovane uomo con una ragazza mi guarda in faccia. – Ti ho visto da qualche parte ? .. Dove sei? ..

Quindi, la domanda è ciò di cui hai bisogno!

– Mi chiedo dove mi hai visto? Indovina da dove vengo ?!

– All’inizio di luglio nelle “buche” non hai scalato?

– Scusa, “I buchi” sono caverne?

– Sì, le caverne …

– In ogni caso, all’inizio di luglio, ero al festival Grushinsky …

– Wow! Da dove vieni!

– Sì, in realtà, non sono davvero fuori di lì. Sto facendo l’autostop da Mosca a Baikal …

Ecco come viene fatta la nuova conoscenza. Il ragazzo con la ragazza conosce questo Pasha, che ho aspettato invano all’ingresso. Si è scoperto che è venuto ad incontrarmi un’ora fa … Sì, sono stati “persi”!

Affermo il problema della tasca del colletto. Il ragazzo spiega: “Quando cammini dietro il recinto, ci saranno gradini di legno sul pendio. Raggiungerai la terza casa, la più alta. Bussiamo alla porta giusta. Apri Katya , dille “cosa e come” – scriverà. ”

Vai a vedere Kate. Kate accettò immediatamente di scrivermi e mostrò la scala in soffitta. Era asciutto lì. Sono stati posati due tappetini di schiuma e un cappotto di montone. La luce era accesa. Trascinò uno zaino lungo la scala, rotto. Prima di andare a letto, ho bevuto il tè con Katya e ho accettato di rimandare le domande dettagliate il mattino dopo – dopo tutto, l’ora locale è già passata alle due del mattino.

L’attico era silenzioso e confortevole. Le zanzare non mi hanno infastidito, mi sono addormentato velocemente.

Nella regione di Irkutsk Taishet
Sulle locomotive – più veloce ?