I primi giorni a Mosca – Baikal

Il treno, toccando le ruote, attirò i suoi pochi passeggeri nella città di Mosca. Anche se mi aspetto di iniziare la battaglia dei carillon del Cremlino, dal 1 ° luglio, al segnale del chilometro zero, il 1 ° luglio, è risultato che la mia auto aveva appena attraversato la tangenziale di Mosca (sotto la ponte) e andare a Mosca.

Due miliziani e un “civile” entrarono nell’auto e guidarono i contadini feriti verso la squadra. Allo stesso tempo, il “civile” apparentemente come condannato dall’anziano: “… niente, niente. Vieni a Mosca, sapremo … “Nessuno di loro ha chiesto i biglietti, e ancora non ho capito se fosse un biglietto senza biglietto o una minaccia con un sospetto …

Il treno arrivò in ritardo alla stazione Savyolovsky , ma non intendevo prendere la metropolitana. Svoltando a sinistra nel sottopassaggio, dieci minuti dopo, sono andato in via Novoslobodskaya e ho indossato bracciali e copri-scarpe con nastro riflettente. L’iscrizione retroriflettente “AUTOPT” era attaccata alle cinghie dello zaino al petto con velcro.

Ora è il momento di approfittare del Grande Insegnamento di Mc Hammer , chiamato ” Systop ” .

L’idea era di andare a Mosca di notte nel Garden Ring, andare in piazza Mayakovsky , poi fare l’autostop lungo Tverskaya fino a Manezh Square . Così, lungo la strada più importante del paese, andrò nel centro della Russia, punto di partenza del quale si contano tutte le autostrade.

Cominciò a votare con il pugno allungato, il pollice in aria. Secondo autostoppisti “esperti”, questo gesto dovrebbe spaventare i tassisti, grazie agli sforzi di Valery Shanin e dei suoi studenti della scuola di autostop di Mosca.

Purtroppo, le prime tre vetture che si fermarono a Novoslobodskaya Street si rivelarono essere molto redditizie per i tassisti. Anche se i piloti sono rimasti molto sorpresi dalla mia richiesta: “… infatti, sto andando a Baikal, ma almeno sul Garden Ring? …”, ma …

Inoltre, alcune macchine si fermarono, sorprese dal “vestito scintillante”. Hanno identificato e soddisfatto il loro interesse. Sebbene non possano portarmi via a causa del loro carico di lavoro , ho sentito molte parole e calorosi auguri. … Beh, le buone parole di partenza non guasteranno – mi sono confortato mentalmente.

Bene, ecco un tassista, altruista. Mi porta sul ring del giardino e va in piazza Mayakovsky. Svolta risolutamente verso Tverskaya e inizia a votare accanto a una donna quarantenne, con indosso un vestito lungo e spessi e le pantofole, camminando sul marciapiede. Con la coda dell’occhio, noto l’assenza di “farfalle notturne”, che mi ha sorpreso e persino allertato. Ma no, guardò fuori dalla porta e la ragazza con le gambe lunghe scomparve di nuovo. Mi chiedo come verrà rimosso da questo ponte? Si è scoperto che la risposta era (?) Avanti. Una donna in accappatoio fece qualche passo nella mia direzione e chiese fiduciosamente: “Giovanotto, non hai bisogno di nessuno?” Si diceva con un tale tono che se ci fosse un “giovane” con copri-stivali e polsini con le braccia luminose, una scritta “stop automatico” sul petto e con uno zaino enorme richiederebbe, per esempio, “Un giovane con gli occhi azzurri, nero calvo”

Dovevo farle del male. Tuttavia, apparentemente non credendo subito, mi ha comunque avvicinato quattro volte “con suggerimenti”, finché non ho accennato alla sua mancanza di denaro per gli autostoppisti. Dopo ciò, sono immediatamente caduto. È lo stesso …

Vorrei ora descrivere in dettaglio al caro lettore il processo di voto su Tverskaya verso le due del mattino:

La circolazione di auto private verso il centro. Scelgo quello che, secondo me, è il meno appropriato per la definizione di “taxi”. Qui, per esempio, ci sono gli ” Zhiguli ” rossi del sesto modello.

Faccio un movimento con la mano davanti alla macchina (può essere piuttosto lento, può essere energico, si scopre che è sufficiente annuire in tempo).

La macchina esegue una manovra, che si chiama cane a piedi.

Apro la porta d’ingresso, dico:

– Buona sera sono un autostoppista che va a Baikal senza soldi. E ora, ho bisogno della fine della strada, Manezh Square . Se lungo la strada, vuoi dare un ascensore?

– Sì, come va senza soldi? Io lavoro … – dice, come se avesse una Mercedes gialla con “signore”, il tassista viene anche chiamato …

– Beh, mi dispiace, non sapevo che tu fossi un taxi. Buona giornata.

Sbatto la porta, mi alzo e … … vedo ancora 5-6 auto, con o senza luci verdi, allineate nella speranza di vincere … ingenuo. Ulteriori informazioni sull’argomento:

– … tutto il meglio. – Clap.

– Mi dispiace disturbarti. – Porta sbattuta.

– Arrivederci! – scatto

“Accidenti, la mano è già stanca di sbattere le porte – devi pensare a qualcos’altro!”

– Mi muovo di quattro gradini dal marciapiede (non per brillare) e allungo la mano stancamente. La macchina 12 è già stata “elaborata”. Proviamo un altro modo per creare una conversazione:

– … buona sera. L’autostoppista alla fine della strada non si arrende, per favore. Se sei sulla strada, ovviamente …

– Scusa, fratello, devo lavorare …

Quindi, meglio già! Dobbiamo ancora trovare qualcosa. Proverò un altro metodo.

Nel ventesimo minuto del Night CityStop , non mi avvicino più ai “tassisti”. Invece di aprire la bocca e sbattere le porte, mostro il gesto ” mani-mani ” di fronte alla prossima auto, poi incrocio ed estendo i palmi a terra diverse volte.

Sì, è risultato che abbiamo bisogno. Diversi tassisti partono allo stesso tempo, senza alcuno sforzo fisico per inclinare lo zaino e aprire la porta.

È fortunato Il taxi giallo, avendo ricevuto il gesto sopra descritto, si allontana e frena di nuovo. Mi precipito e parlo a voce alta nella cabina:

– Sì, non ho soldi!

– Ho capito. Dove sei

– Sì, solo fino alla fine di Tver.

– Siediti, fai una passeggiata.

– grazie!

Quindi lo zaino sul sedile posteriore, di per sé – nella parte anteriore. Diavolo, non c’è cintura – sì, è un taxi! “Abitudine professionale” – Ho sempre voglia di allacciare.

Non ho tempo per parlare dell’itinerario del viaggio, perché siamo già arrivati ​​… … sì, è solo una mezz’ora di cammino, anche con uno zaino !

Vado verso la porta della risurrezione. Acceso solo un monumento a Zhukov . Vicino al segno del buio di zero chilometri e non un’anima. Tuttavia no. La gente viene dalla Piazza Rossa, ovviamente i visitatori. Chi altro camminerà intorno alla Piazza Rossa alle due del mattino?

– Buona sera non aver paura. (Il proiettore splende da dietro le loro spalle direttamente su di me – la vista è probabilmente sempre quella!) La donna ha stretto la mano del marito fino a farlo diventare bianca.

– Buongiorno …

– Io non sono un estraneo (sorride), sono un autostoppista. Da qui, sto facendo l’autostop a Baikal . Potresti farmi una foto con la mia macchina fotografica?

Allungo la fotocamera. Un uomo mette la mano in tasca e improvvisamente allunga … un conto di cento rubli!

– Cosa intendi? Ho appena fatto una foto! – Non va bene come è successo. Per il ladro, probabilmente, accettato.

Stoolovka scompare. Prende una macchina fotografica, scatta foto sedute e in piedi. Grazie salutiamo. Un uomo improvvisamente chiede:

– Hai un coltello?

– No, solo un coltello e no. Cattivo risultato in qualche modo. Ho perso il coltello durante l’ultima campagna, ho dovuto comprare qualcosa sulla strada e probabilmente hanno bisogno di aprire o tagliare qualcosa.

– Aspetta. Un regalo della flotta del Mar Nero. – Tirare un oggetto allungato nero.

– Ecco, grazie. Ho appena perso il mio. – Prendo e, senza guardare, perché occupato a riempire la fotocamera. Metti il ​​regalo nella tasca dei jeans.

– Buona fortuna, autostoppista!

– E tu felice. Grazie mille per tutto.

Soddisfatto della comunicazione divergente in diverse direzioni. Ora devo trovare un posto illuminato e vedere il profilo di Mosca, che porterebbe alla strada di Ryazan . Giù nel sottopassaggio: ecco dove si trova la luce! Faccio la prima voce sul giornale. Ricordò il coltello e decise di spingerlo più a fondo nello zaino per non perdere. Visto dalla luce … Wow! Sì, è un vero coltellino svizzero! (Vale la pena il mio stipendio mensile per un insegnante! La flotta del Mar Nero vive bene …) Alla base della lama principale c’è un’incisione:

VICTORINOX Swiss Inox

Sull’altro lato c’è anche l’iscrizione: DE-GM 9305297 – probabilmente, sono numerati.

Per la prima volta nella mia vita, tengo tra le mani un giocattolo così costoso. Sì, non mi meraviglia che mi sono fermato nel centro di Mosca.

Felice e divertente passo nella Duma di Stato. All’angolo ci sono i tassisti vicino alle macchine:

– Ehi! Dove stai andando così felice?

– Per Baikal! Sul Baikal …

Usando la “mancanza di denaro” di cui sopra, sono andato in piazza Taganskaya con altri due taxi. Su Volgogradsky Prospekt , hanno cambiato asfalto (nel mezzo della notte!). Dovevo camminare sul marciapiede per circa mezzo chilometro. Altri tre tassisti sono andati a Vykhino . Andarono vicino, alla stazione di servizio più vicina, per esempio. Uno di loro, sul Black Volga, che era stato guidato da Plasians , ha posto una domanda interessante:

– Ascolta, non mi riferisco a nulla, non essere offeso … Supponi di essere guidato da un autista che ha davvero pochi soldi, supponi di avere solo il tempo di mangiare due volte. caffè insieme. Tu, come dici tu, tiri fuori il tuo piatto di pasta e roba, e si sta ordinando per uno o qualcosa?

Sì, certo, ordinerà per due e ti darà da mangiare. Ma! Lui stesso avrà fame. Non ti vergogni?

– È difficile rispondere in modo inequivocabile. Non insisto e nemmeno lo suggerisco, dicono “Voglio mangiare qualcosa …” o qualsiasi altra cosa. Di solito, quando vado a fare uno spuntino, mi baso solo sui miei “materiali di consumo”, e lì, fortunato …

– sì Certo, una brava persona si prenderà sempre cura di te e lo nutrirà, semplicemente perché … se i soldi sono davvero stressanti, allora cosa? Credo che i duecento rubli che hai con te per il cibo siano trascurabili. E tu, anche se non vuoi, metti le persone giuste in una brutta posizione! Pensi … beh, qui siamo già arrivati ​​… felici per te!

– Grazie, ciao!

Sull’orologio – un quarto alle tre. Sono in piedi su una strada vuota. Sul tetto della casa, vicino alle lettere ” Vykhino ”

Pochissime macchine, circa una su 3-4 minuti. Nessuno si ferma perché tutti con i passeggeri. Eppure, dopo circa 20 minuti, mi siedo nella nuovissima “Lada”. L’autista, Pavel, circa la mia età, va a casa a Voskresensk. Lavora nella polizia. Lungo la strada, parliamo di vita, economia, salari … La conversazione è estremamente sincera (i giornalisti devono andare dagli autostoppisti – è lì che CONOSCONO della VITA!) – Pavel parlami di lavorare nell’ufficio del pubblico ministero, della polizia, per uno stipendio e “denaro extra”. Gli ho parlato dell’essenza della polizia stradale sui binari. Di conseguenza, abbiamo appreso un sacco di cose nuove e interessanti (per scopi di cospirazione, ho cambiato la marca e il nome della macchina durante la scrittura di questo testo).

Alle 15:45, sono sceso dall’automobile vicino alla stazione di polizia stradale, a cavallo di Voskresensk. Decido di montare una tenda e andare a letto. Stavo camminando sul lato sinistro a 300 metri dal palo verso Ryazan , poi sul lato, lungo la strada sterrata, altri 200 metri. guarda cosa stavo cercando – sul prato, dietro il villaggio, per asciugare il fieno appena falciato. Io infetto fieno sotto la tenda e dormo. Su terreni difficili, ho ancora tempo per dormire, e così – la prima notte con conforto! Si addormentò e guardò l’orologio: 4:40.

Mi sono svegliato alle nove – faceva caldo, la tenda si stava già scaldando sotto il sole. Vedo che un uomo è uscito accanto a me e ha rastrellato il fieno. Niente dice. Mise insieme uno zaino, fece esercizi invece di colazione – un pezzo di cioccolato. Dopo mezz’ora sono già andato in pista. In pista, gli operatori stradali iniziano una riparazione. Chiedo loro dove il pozzo più vicino è quello di lavare e bere. Dicono, a 500 metri di distanza! Non andrò a piedi. Vota qui. Immediatamente – UAZ. In macchina, tre Shaninisti agitano le mani – ” Grigory , siediti!” È bello quando ti siedi con i tuoi amici, invece di votare a stomaco vuoto. Stiamo andando insieme a Kolomna. Alle 10:10 partiamo all’inizio della circonvallazione di Kolomna. Dato che sono “preso”, suggerisco ai ragazzi di essere in anticipo, quindi la posizione è migliore. Vogliono allontanarsi dalla biforcazione, dal ponte. Bene, lo sai meglio …

Sto dall’altra parte. In un minuto, ho frenato un camion enorme, bello e luminoso. Mercedes-Benz, pubblicato nel 1997!

Driver, con un accento baltico:

– Dove stai andando?

– Sì, inoltre, meglio è … – Rispondo.

– E posso portarti via … – sorride.

– Oh! E io – a Irkutsk!

– Wow!

– Non preoccuparti, sono a Tolyatti una lacrima …

Miracolo della tecnologia: tutto ciò che può cadere, con il semplice tocco di un pulsante, anche una finestra sul tetto. Impianto stereo con più altoparlanti in diverse parti della cabina. Salone stesso – pulito, confortevole. Altezza del soffitto – Mi alzo! L’isolamento acustico è tale che con le finestre aperte parliamo a bassa voce, dobbiamo gridare solo quando KAMAZ ci supera. E ci supera perché questa meravigliosa Merce ha uno svantaggio: la velocità è limitata a 88 km / h nel computer di bordo. Si scopre che se non si preme il pedale, non si andrà più veloce. Per ragioni di giustizia, c’è un altro svantaggio: sul lato del passeggero, la maniglia della porta interna era rotta. Di conseguenza, il processo di uscita è proceduto come segue: 1) premere il pulsante sul telecomando – abbassare il vetro; 2) Allungati – apri una porta all’esterno; 3) chiudere il vetro con il pulsante; 3) fuori dalla cabina.

Resta da aggiungere che: le cifre sull’auto erano bielorusse, l’autista proveniva da Riga, stava viaggiando a Novosibirsk dalla Germania! In russo, l’autista parlava moderatamente, ma durante il viaggio, sono riuscito a “abituarmi” alla canzone dell’autore ascoltando i nastri.

C’era solo un posto passeggero, quindi potevo solo passare la mano attraverso il vetro ai ragazzi di MSA. Quando entrammo Lukhovitsy , dissi all’autista che questo era il “regno dei cetrioli”. Si fermò e comprò i famosi cetrioli Lukhovitsy “con bottoni” e allo stesso tempo i ravanelli.

Dalle 11:20 alle 12:03, abbiamo pranzato (ho fatto colazione o cena?) All’inizio della tangenziale di Ryazan. Mentre stavo preparando il purè di patate con il burro sulla stufa del cuoco, così come il tè e il caffè per lui, stava crollando con un coltello SWISS (non aveva i suoi) cetrioli, ravanelli e pomodori in una pentola, versato con panna acida … posso – la saliva ha allagato la tastiera – vado a mangiare qualcosa …)

Ricordando la conversazione con l’autista di notte, cito la fornitura di “materiali di consumo” per questo pranzo (in futuro, cercherò di non infastidire il lettore con dettagli così “speziati”):

Da me – un coltello, una pentola, pane Doubna, purè di patate, burro, tè, sale, zucchero, bagel.

Dal fornello per primus , casseruola, acqua, cetrioli, ravanelli, pomodori, panna acida, latte, formaggio cagliata, caffè.

Abbiamo mangiato insieme, tranne caffè e latte, che non uso.

Dopo uno spuntino, è diventato “più divertente”. Alle 14:55, una stazione di polizia stradale nella regione di Shatsk ha visto fermarsi due lavoratori, un’affiliazione incomprensibile.

Dalle 16:50 alle 17:00, ci siamo fermati per riposare a Bednodemyanovsk . Qui ho effettuato l’unico esborso di denaro da Dubna a Glade Festival (oltre 1000 km) – Ho speso 4 rubli – l’ho comprato con il gelato – per me e l’autista. Hanno anche fatto delle foto in cabina.

Nel 19-17 ha guidato il mercato di Penza ” Cock “.

Quando l’orologio ha indicato 00:00, abbiamo attraversato la diga idroelettrica. Lenin.

Nella regione di Irkutsk Taishet
Sulle locomotive – più veloce ?