Terzo giorno (sabato 8 agosto) Oz. Zyuratkul – Chrysostome

“Mi sento meraviglioso qui … caldo e umido!”

(Mr. Gorky, “La canzone del falco”

La mattina presto Apriamo gli occhi – Il tempo … Come ieri, coperto, bagnato e, sembra, per niente caldo … COME NON VOLUTA uscire dalla macchina!

Tarda mattinata

Mia madre e Sanya : eravamo già a casa, scaldati, stavamo mettendo tutto il possibile per riscaldarci. Sanya e io indossammo gli stivali sulla nonna e indossammo gli stivali. Sasha aveva calzini con strisce morbide invece di guanti sulle sue mani …

Trovato un lago! Uh, con tempo soleggiato qui, sicuramente, semplicemente fantastico! E ora tutto è così buio, inospitale, ma comunque, una specie di globale – la vista è bella. Le montagne dietro la nebbia sono quasi invisibili. E abbiamo bisogno! Mia madre e io stiamo programmando un’escursione verso un paleovulcano , dove dovrebbero essere cercati 70 diversi minerali – ed eccolo qui! Dov’è questo vulcano? Per usare un eufemismo, non è chiaro.

Abbiamo comunicato con la gente del posto – tutti vagavano per il lago, congelando, aspettando il tempo. Dicono cose diverse sul tempo … Mentono, molto probabilmente …

Abbiamo fatto colazione con un pacchetto di pasta secca cinese. Sasha è felice, il velo di sua nonna è avvolto in quattro strati, si batte le mani sui calzini))) Una ragazza bellissima))) In attesa dell’espressione dei volti dei membri dell’equipaggio svegli, non lo faccio non voglio tornare al campo.

Stiamo camminando ulteriormente. Lungo la diga lungo il lago e giù per la strada sterrata, ci siamo imbattuti nel segno “Sentiero ecologico”. Ci sono diversi stand alle porte con avvertimenti sugli orsi trovati qui … Per spaventare gli orsi, è meglio parlare ad alta voce, cantare o colpire pietre … Beh, fai rumore, è facile! Dietro le porte, il sentiero disegnato dalle assi va da qualche parte nella foresta. Naturalmente, via!

Camminiamo lungo le tavole, scattare foto, raccogliere “non commestibili, ma prendere e dare funghi papà”, cercare bacche, ma non ci sono bacche, non puoi sfuggire a la pista – intorno all’umidità e alla palude … Finalmente, Sanya inizia a “ferire”, stanco, sulla maniglia “- indietro. Sull’uscita, troviamo le pietre blu, naturalmente, i veri amanti della mineralogia ci riempiamo le tasche, quelli che non sono più puliti nelle nostre tasche – iniziamo a frantumarci, a guardare cosa c’è dentro … Strane pietre, decidiamo che, molto probabilmente, scorie ma non li buttiamo sempre in tasca)

Allo stesso tempo: Lech dorme, Anton è seduto in macchina, anche il secondo equipaggio dell’auto non sembra avere il naso, come leggere …

“Beh, va tutto bene, beh, sono venuti a fare una passeggiata, beh, c’è un lago, montagne, fresco, beh …”

Finalmente nel campo, mescolando.

Galya e Lenka sono oggi la parte più vigorosa della seconda squadra, escono, esplorano anche i dintorni, Galya BORES !!! nel lago ghiacciato.

Toch , Tonka, Vanka strisciano fuori, mettiamo sacchetti di plastica nelle loro scarpe per salvarli almeno le pozzanghere – e lasciamo che tutti i bambini vadano nel fango. I bambini sono felici, grazie a Dio per loro, è sempre bello in tutti i tempi …

Nel frattempo, il campo è inquieto … Sveta e Ilyukha non sono in un tale clima e stanno seriamente pensando di andare in pensione. Dicono che è necessario gettare su Akhtuba , fa caldo. Ma abbiamo guardato il tempo prima di partire e sappiamo che il tempo non è migliorato – beh, forse è più caldo, ma anche nuvoloso e piovoso. Le opinioni erano divise, non voglio andarmene, ma a quanto pare, è necessario. Finora abbiamo deciso di non farlo, ma dividiamo ancora i prodotti in 2 auto.

Intelligente – Sveta comincia a preparare la cena, ma nostra madre e la nostra anima si separano in lontananza e, mentre l’acqua bolle, lasciamo Sanka al triste Lech e fuggiamo di nuovo …

Continuiamo a cercare nel quartiere, troviamo un posto di vendita di souvenir, compriamo alcuni uccelli di pietra per la collezione di mia madre. Soddisfatto, raggiungiamo l’entrata di ” Ecopark “. È uno zoo, qualcosa di interessante. Ho anche letto che c’era un canile nel suo territorio. (Spero segretamente che il cuore di Lekhino alla vista degli adorabili cuccioli del husky siberiano diminuirà e che verremo a casa con il cane.Verificare il prezzo di ammissione (non ricordo esattamente, circa 70 rubli per adulti e bambini .. tutto

Torniamo al campo, aiutiamo Svetka con il pranzo. Pranziamo. Lavare i miei piatti sulla spiaggia in barche piene d’acqua. ” Ilyukh , hai ancora una barca pulita – risciacqua la pentola?”

A stomaco pieno è più facile negoziare. Il verdetto generale è questo: stiamo affittando un appartamento a Zlatoust . Domani partiamo per vedere tutto. Siamo freddi e umidi, la sera siamo caldi, beviamo. Se il tempo migliora, ci spostiamo in campagna. Altrimenti, la famiglia di Zedrinsky ad Akhtouba e noi siamo qui per affrontare le circostanze. Raccogliamo cose.

E il tempo sta camminando! Già, anche la montagna può essere vista …

Persuadiamo gli altri prima di partire per mostrare ai bambini il “Regno di gloria” Saltan “- una città da fiaba in legno situata sulla riva. Il prossimo è prendere in giro un pugno in un asino che stiamo soffrendo – ci siamo abituati! – Siamo di nuovo molto necessari … Evviva, persuaso, partiamo.

In una città di legno, è molto favoloso, e si è scoperto che si può anche vivere in questa fiaba. Le case, tuttavia, sono completamente prive di servizi, solo pareti e sedie a sdraio, ma poi – solo nella fiaba. Tutto ciò che abbiamo fermato è che se vivi qui e guidi ogni giorno, devi pagare ogni giorno per entrare nella riserva. Sì, e torna, devo dire, ogni giorno non è vicino.

In Zlatoust , si stabilirono in un appartamento di due stanze, anche se la presenza di alcuni bambini e cani non fece pubblicità.

Terzo giorno : Radauti-Bran (dalla Bucovina alla Transilvania)
3471/5000 Secondo giorno: Kiev-Radauti (Romania)