Adattamento alla vita nell’Ashram di Sai Baba ” prashanti nilayam “

Cinque giorni dopo il suo arrivo, Lena, come aveva programmato, si è unita alla clinica ayurvedica del dott. Rao, 80 anni e sta per morire nell’autunno di quest’anno. Voleva pulire il corpo e perdere peso. In effetti, stare nel darshan con Lena non ha sollevato alcun fanatismo e apparentemente era annoiata qui: non sapeva dove mettere tanto tempo libero e cerchi nei centri commerciali, comprando praticamente tutto. Alla fine, ha solo fermato la dimensione della sua borsa, in cui tutto quello che poteva comprare non sarebbe tornato.

Al momento della sua partenza per la clinica, eravamo già in quattro in una stanza, incluso Dasha de Sevastopol , 29 anni, che doveva rimanere qui fino al 14 agosto. È venuta qui una seconda volta, la prima volta due anni fa. Dasha parlava bene l’inglese e persino lavorava o traduceva. E qui all’ashram, aiutava costantemente le persone con la traduzione.

C’era anche una ragazza malese a un’età il cui inglese non era nemmeno compreso da Dasha . Quando ci ha detto qualcosa, sorrise educatamente e ampiamente, ma capiamo che un po ‘. Di solito, Dasha ci ha detto: “E poi arriva il gioco di parole intraducibile!” È arrivata solo per una settimana.

Una bulgara, una donna dolce e docile, molto devota a Baba, andò a casa di Lena. Lo scopo della sua permanenza era solo quello di immergersi in se stessa e di essere presente a tutti gli eventi che si sono svolti con assoluta precisione, senza ritardi o passaggi. Parlava molto poco inglese e russo (aveva studiato una volta la nostra lingua a scuola) e parlava poco. È arrivata per due mesi e non aveva intenzione di andarsene fino ai primi di settembre.

C’era anche un curioso caso di cercare di farci una piccola donna snella. Quando ha studiato la stanza, ha immediatamente deciso di ristabilire l’ordine in tutto: ha chiesto a Dasha di spogliarsi e togliersi i vestiti, ci ha detto che invece di otto letti, ci dovrebbe essere per avere sei, mi ha chiesto di aiutarla a spostare il letto altrove. Non mi è piaciuto il modo in cui lo faccio, mi ha dato un’indicazione su come farlo. Secondo me, avrebbe voluto rincorrere uno di noi dal letto che amava. Alla fine, discutendo con Dasha e sentendo la nostra resistenza, andò a cercare un’altra stanza.

Come Dasha , che in seguito Sevila (aiutò a liberarsi dalla parola inglese, servì “aiuto”) nella sala da pranzo con questa donna e le parlò, lei sapeva, lei conosceva le regole dell’ashram e CONOSCE come vanno le cose doveva accadere, quindi è stata dolorosamente ferita. Non rispettano queste regole e lei ha cercato di imporre a tutti la comprensione di queste regole. Nel fare ciò, persegue solo i propri interessi e ignora gli interessi e i desideri degli altri, ovviamente, non li ha considerati.

Come spesso accade, quando siamo certi di qualcosa, cerchiamo immediatamente di trovare persone che la pensano o imporre la nostra conoscenza agli altri, in modo che tutti intorno a loro siano gli stessi. , vale a dire identico. Dopotutto, se ognuno fa ciò che vuole, pensiamo, allora il caos si scatenerà nel mondo, tutto andrà in pezzi. E stiamo cercando di cambiare il mondo e le persone più vicine a noi, apparentemente decidendo di discutere con Dio nella sua comprensione dell’ordine mondiale e non sapendo che stiamo così infrangendo le leggi di Dio e che il caos sta avvenendo nel mondo. mondo con il nostro aiuto.

Abbiamo parlato un po ‘con Dasha e io l’ho spostata in una camera doppia con un costo per persona di 65 rupie (45 rubli) al giorno.

E una settimana dopo essere arrivati ​​all’Ashram di sabato, ci siamo trasferiti al quarto piano. La stanza aveva due letti, materassi, cuscini, due sedie di plastica, due tavoli (uno improvvisato), luci e mensole incassate nel muro (come un armadio senza porte), nonché un bagno, un lavandino, una doccia e un piccolo specchio nel bagno. . Hanno solo acqua fredda ovunque, anche se l’acqua è calda, e nel pomeriggio il sole è abbastanza caldo.

E in questa stanza dei vecchi proprietari c’erano ancora secchi, ganci, wok, colletti. Abbiamo comprato noi stessi tutti gli altri articoli per la casa, come abbiamo anche lavato e pulito noi stessi. Lingerie, comunque, puoi dare a lavare gli indiani per 5 rupie, ma non l’ho mai fatto.

C’era anche la biancheria da letto in questa stanza, ma avevamo il nostro letto dato che l’avevamo già comprato per questa stanza. La stanza era buia, scomoda, anche sporca, ingombra di materassi, cuscini, ecc. E apparentemente era già in piedi da molto tempo senza persone. L’abbiamo anche lavato, portato in una forma divina, gettando tutto ciò che è inutile nel corridoio. Ciò che è interessante è il caso in tutte le stanze. Ma tutto ciò che è stato gettato era nel corridoio, probabilmente per circa un mese, e solo dopo che qualcun altro, apparentemente, le squadre, gli indiani, hanno ripulito i corridoi e rimosso tutta la spazzatura da qualche parte sul tetto o sotto il tetto.

Ho notato che questa stanza non era l’ultima per noi: dopo dieci giorni, Dasha e io siamo andati nella stanza dall’altra parte, perché sembrava buio sia nella luce che nell’energia, scomodo e straniero. Entrambi abbiamo partecipato per una ragione sconosciuta, abbiamo dormito molto irrequieti, svegliato quasi ogni mezz’ora. Anche la nuova sala doveva essere finita, ma ci piaceva.

Durante queste prime settimane della mia permanenza all’Ashram, volevo davvero rallentare, cioè vivere senza pianificazione, dove andare e cosa fare, e se dovevo fare qualcosa e andarmene, lentamente, catturando i miei sentimenti. e i miei umori allo stesso tempo. Non volevo assolutamente vedere tutto e imparare tutto allo stesso tempo. Volevo fare ciò che volevo al momento, non quello che avevo programmato o quello che sembrava meglio per il ragionamento logico. Volevo fare tutto con sentimento. Le ragazze vivevano allo stesso ritmo della Russia, cioè progettavano, pensavano, con quello che potevano riempire il tempo, con quello che si poteva fare meglio oggi, dove andare. Se fossero andati da qualche parte, lo avrebbero fatto a un ritmo veloce e vigoroso, immergendosi in una conversazione reciproca, senza notare le persone intorno a loro, né alcun fenomeno o evento che si verificasse lungo il percorso.

Il loro ritmo di vita non mi andava bene, quindi ho sempre cercato di allontanarmi da loro, di camminare e fare tutto da solo. Se andavamo da qualche parte insieme, allora mi sentivo molto male, come se mi avessi violentato e talvolta ferito. Se, tuttavia, mi sono ritirato, anche questo stato ha avuto i suoi svantaggi: sono rimasto solo, senza comunicazione, e non ero più invitato in un posto dove sarei lieto di andare con loro.

In generale, mi sembra che in quel momento non abbia trovato alcun equilibrio soddisfacente. Eppure mi sentivo meglio quando avevo la libertà di scelta, cioè quando ero da solo.

La cosa interessante è che più tardi, sono stato in grado di andare più veloce e pianificare i miei viaggi senza sentirmi male allo stesso tempo. Apparentemente, avevo bisogno di tempo per abituarmi, adattarmi, ascoltare le vibrazioni di questo posto, unire i sentimenti che avevo chiuso. Una volta terminato questo processo, ho potuto permettermi la velocità alla quale ero così cattivo all’inizio. Ma in ogni caso, sono convinto che, se agiamo lentamente o velocemente, quando siamo presenti, ascoltiamo i nostri sentimenti, siate consapevoli di ciò che proviamo in questo momento, la nostra vita diventa più bella e più interessante. E allo stesso tempo, non possiamo più farci del male da nessuna delle nostre azioni e azioni. Perché anche se facciamo qualcosa di sbagliato per noi stessi, inutile, possiamo prendere, sentire i segni,

Così, per esempio, questo accadde quando Dasha ci portò da un americano e dalla sua moglie australiana, che stavano lavorando per lisciare la lunghezza delle gambe di una persona e correggere la colonna vertebrale e le parti adiacenti del corpo: spalle, scapole, cosce.

Erano carini, aperti, si comportavano bene, lavoravano energicamente, confessandosi onestamente che non sapevano come funzionava, ma la gente vedeva il risultato subito, quindi probabilmente si fidavano. Tutto ciò è stato fatto, come hanno detto, con la benedizione di Baba. La sensazione di insincerità mi lasciò un retrogusto sgradevole, quando, dopo perfette manipolazioni, l’americano guardò negli occhi di un uomo e gli trasmise l’amore, l’amore di Baba. Qualcosa a riguardo, secondo me, era dolce, finto, irreale, forzato.

C’erano sei di noi nella sessione, mentre solo quattro erano registrati e Lena e io eravamo fuori dal piano. Guardando tutto ciò, mi stavo già preparando e pensando di farlo anche io. Allo stesso tempo, ascoltavo costantemente, ma non potevo distinguere niente di diverso: ne avevo bisogno o no. Avendo deciso che non c’era un messaggio ovvio, visto che ero qui, probabilmente ne ho bisogno, ho tolto tutti i gioielli e ho detto a Lena che sarei andato al quinto posto.

Devo dire che l’australiano ha volato solo di notte in Australia, dove ha vissuto per due mesi. Sbadigliava costantemente e sembrava stanco. Di conseguenza, quando tutte e quattro le persone sono state sottoposte alla procedura, ha improvvisamente annunciato che la sessione era finita e che ci avrebbero entrambi presi la settimana prossima. È stato qui che ho sentito un ovvio sollievo, che è stato per me un segno che non ho bisogno di farlo! Ero costantemente con i miei sentimenti e l’Universo, da un lato, ha fermato l’intero processo ed è stato su di me, e, d’altra parte, mi ha mandato un segnale che in futuro non vorrei non avrebbe bisogno di venire qui. Almeno ho sentito e mi sono fidato di quella sensazione.

Lena ha fatto questa procedura dopo una settimana. Dasha e Lena hanno entrambi affermato di aver sentito sia durante che dopo la procedura. Non ho osservato alcuna modifica visibile del corpo, anche se, come ho detto sopra, le gambe livellate ci hanno mostrato immediatamente durante la procedura. Di nuovo, non tutte le modifiche avvengono immediatamente e non tutte a un livello visibile.

E il secondo caso ovvio, che ricordo anche bene, è stato un cane che mi ha attaccato mentre stavo camminando alle sette del vivaio mattutino di fronte al centro commerciale per meditare.

Qui, è necessario dire immediatamente diverse cose. Per prima cosa, i cani dell’ashram non furono misurati, tutti si raggrupparono in branchi e corsero a disputare il territorio. L’abbaiare era a volte terribile. Vedendo e ascoltando tutto questo, penso che molti di loro abbiano risvegliato una paura selvaggia di questi cani.

In secondo luogo, sono stato due volte molto maleducato e offensivo, cacciato da questo giardino e dal giardino di tutte le religioni, anche se è successo la sera verso le otto quando ero da solo. Apparentemente, una delle regole non scritte, il cui numero è incredibile, stabilisce che è vietato per una donna stare da sola nei luoghi bui della giornata. Se lei era ancora lì, lo stava facendo con una sola intenzione: trovare clienti per la notte.

Allo stesso tempo, non si è tenuto conto del fatto che una donna poteva andare da sola nell’ashram e semplicemente non aveva un compagno con cui poteva camminare, o cosa fare al buio più tempo, non c’era niente da fare dove camminare. un grande raduno di persone, soprattutto quando si parla di freschezza, è semplicemente un affare o il fatto che molte persone si fermano nelle strade di fronte agli edifici e penso che sia molto facile da trovare un cliente lì.

E in generale, ho concluso che l’opinione delle donne indiane sulle donne bianche non è molto lontana da quella delle prostitute. Sta nuotando nella piscina in costume da bagno, vale a dire “nudo”! O camminare per le strade senza fazzoletti è anche praticamente nudo (non importa se il sari indiano è cucito in modo che quasi tutto il ventre di una donna sia perfettamente visibile, e questo è considerato normale)! O ancora, questo strano desiderio di camminare da solo al buio – come può questo venire alla mente di una donna decente e decente?

E siccome sono sbagliati, il cliente può essere trovato solo di notte! E al mattino, puoi raccogliere una dozzina! Un indiano, rivolgendomi la mattina sulla strada per l’ashram e chiedendomi se fossi russo, ha chiesto senza mezzi termini quando poteva vedermi. Quando ho saputo che non sono mai stato, solo immensamente sorpreso, a quanto pare sapendo che i russi non rifiutano mai tali offerte. Un giorno prima della mia partenza, un indiano che ho incontrato a lungo in un ristorante tibetano ha deplorato la mia partenza domani senza nemmeno chiedermi se ero interessato a comunicare con lui?

Riguardo ai concessionari nei negozi nelle strade di Puttaparthi , ai conducenti di auto-risciò, sono silenzioso! I mercanti mantengono il conto delle vincite amorose e, probabilmente, competono per il numero di cuori vinti. I conducenti di risciò posizionano specchi di diverse dimensioni sulla parte superiore del parabrezza davanti ai loro occhi (la loro dimensione dipende, molto probabilmente, dal loro grado di interesse e coinvolgimento nel processo di attrazione). Gli specchi rendono facile guardare i passeggeri e comunicare con loro senza voltarsi indietro.

L’unica cosa che mi ha preoccupato molto dopo è stato che non ho lasciato perdere la mia rabbia e non ho schiaffeggiato quei Sevadals che mi hanno cacciato dai giardini. A quel tempo, ancora non capivo perché mi stavano trattando in quel modo, ma so già cosa farò per il futuro se mi trattano male.

Nella forma di un ritiro, noto che questa è la mia visione soggettiva della situazione, perché le ragazze, ad esempio, mi hanno detto che non erano mai state espulse dagli asili e che nessuno non li aveva mai molestati con frasi indecenti. Quindi ognuno ha la propria esperienza e le proprie lezioni.

Bene, torniamo al caso con il cane. Mentre meditavo al mattino in giardino, provavo anche un interesse anormale per me. Un’occhiata, o conversazioni sfocate, o due adolescenti sono rimasti molto prima del mio naso, finché alla fine mi sono rotto e me ne sono andato. In generale, mi sentivo a mio agio solo per la prima volta, e poi quella sensazione scomparve. E molto probabilmente, ho dovuto interrompere le mie meditazioni mattutine all’asilo, ma dato che ero ossessionato da “è necessario” e da ciò che mi sembrava di fare una buona azione, ho continuato questa pratica.

E ancora, andando in meditazione, incontro un cane che, inaspettatamente per me e probabilmente per se stesso, afferra i suoi denti nel mio cuscino per meditare e inizia, ringhiando, per portarli via. Gli ho appena detto “buon cane!”, E ora ero già molto spaventato. Avendo esaurito il mio stock di ” fu !”, “No!”, “Arrenditi!”, “Fermati!”, “Esci!” (Potrebbe essere stato necessario parlare inglese), lasciai cadere il cuscino . A questo punto, il cane ha fatto lo stesso e si è ritirato in modo sicuro. Un cuscino strappato con lana sciolta è stato lasciato sdraiato sulla strada. Nella mia più stupida confusione di rabbia inespressa, andavo sempre all’asilo, ma non andavo più. Sentivo che non avevo bisogno di camminare, non provavo piacere e non mi piacevano queste meditazioni.

Questo è il segno che l’Universo mi ha mandato affinché io possa ascoltare i miei sentimenti e pensare se faccio quello che mi serve o no. Se avessi più fiducia nei miei sentimenti, lo capirò anch’io, ma è stato positivo che fosse sufficiente lasciarmi senza cuscino e non produrre qualcosa di più rigido e duro!

E c’è stato anche un incontro con il Tibetano Bassu , che si occupa delle previsioni. Per lui, la folla è andata a fare domande di interesse, a lavorare con i chakra. Ha scoperto la data e l’ora della nascita, ha guardato le sue carte e ha dato consigli. Gli ho posto l’unica domanda che mi interessava: come posso guadagnarmi da vivere? A cui ha ricevuto la sua ragionevole risposta: Baba te lo dirà. Mi ha anche consigliato di aprire il primo chakra con il suo aiuto. Dopo aver consultato il mio cuore, ho deciso che era una profanazione di acqua pura, che mi è stata confermata da un altro tibetano, affermando che tutto era solo una questione. Tuttavia, il mio sentimento non era abbastanza per non comprare il ciondolo, che Basu mi dava un malocchio e cose del genere! Furono spesi 1500 rupie perché non mi piaceva nemmeno il ciondolo d’argento con una pietra … Bene, bene, vivi e impara!

A proposito, aprono i chakra in quasi tutti i negozi. Tali proposte possono essere rifiutate senza rischi, perché, come ho capito in seguito, è impossibile per una persona aprire i chakra con la forza, senza essere in grado di “rompere” qualcosa nel suo corpo. Una persona può aprire i chakra lavorando da solo o con il suo maestro spirituale.

Viaggio in moto in Sri Lanka
Viaggiare in India su una moto