Inizio del festival Grushinsky

Il cibo è diminuito così tanto che puoi vivere altri tre giorni. Tuttavia, è ora di andare oltre gli Urali. Mi piacerebbe solo iniziare lavando me stesso a Samara. Hanno riempito le provviste in zaini a loro piacimento. Il resto ha dato Pitertsam. Quando lasciarono il campo, Krotov e Shanin si diressero verso l’inizio della salita sulla montagna e iniziarono a vendere libri lì. Ho preso il mio zaino da Anton e sono tornato alla radura per vedere se avevano dimenticato qualcosa. Vedo che c’è un sacco di patate vicino al fuoco estinto, a quanto pare nessuno voleva prenderlo. Ho messo quattro patate selezionate in una busta di un chilogrammo, l’altra contenente la cipolla e l’aglio più fini. Con un autostoppista di Kiev (ho dimenticato come venivano chiamati), siamo andati a Torzhysche, sperando di scambiare queste verdure, almeno per il gelato.

Va notato che l’ultimo giorno c’è stata una vendita a prezzi molto bassi. Passiamo, vediamo l’iscrizione sulla tenda “Vendita di zaini”, quelli che ieri mattina valevano 200 rubli, ora sono offerti per 165-175 rubli. Il commesso vede che ci siamo fermati e ci è venuto immediatamente: “Ragazzi, lasciatene altri dieci e prendeteli. Andremo ancora tra mezz’ora … “Si dice che le magliette con il simbolo” Grushinsky-98 “siano state sostituite da vecchie camicie sporche! Ma ero tutto giallo e nuovo, quindi non sono andato e non ho visto questo scambio.

Quindi eccoti qui. Per chi non abbiamo solo offerto patate e aglio. Non potremmo scambiarli con gelato, barattolo di spratti o cioccolato? Persino i mercanti di kebab non sono stati tentati, dicono, ed è pieno … beh, okay. Lascia le patate vicino al fuoco. Prima di partire, la spazzatura è stata trasportata in un container e tutte le cose sono state controllate.

Lo zaino con me e senza patate era mostruosamente pesante. Ha scalato la montagna molto duramente, con una pausa. Quando mi sono alzato, la maglietta era bagnata di sudore.

All’ultimo piano, c’è una squadra di controllori ambalah con bracciali rossi, che “propongono” di comprare i biglietti per il treno. Una folla di persone. Tutti fradici, stanchi, con zaini … Qualcuno presta denaro, qualcuno cavalca in uno zaino …

Ci siamo rapidamente persi. In effetti, alcune persone hanno comprato un biglietto per una sosta, altri sono andati a fare una passeggiata a Kordon, a 15 metri di distanza. Ho usato il metodo scientifico. Il quale? Fino a quando non dico, altrimenti la prossima volta non funzionerà.

Dieci minuti del treno. In una primavera vicino alla stazione, ho preso una bottiglia d’acqua. Ho sciacquato la maglietta e ne ho versato un po ‘sulla schiena. Immediatamente è diventato buono, oh! La stanchezza è scomparsa, come se non avessi scalato la montagna con uno zaino!

Felice, ho trovato Anton e siamo scivolati sul treno. Grazie alla velocità di Krotov, anche i posti rimasti (grazie ad Anton!). Accanto a me c’era un uomo di Chelyabinsk. Ci siamo incontrati, scambiati indirizzi. Sulla strada per Samara, hanno discusso della spedizione che doveva svolgersi nel 2000 in tutto il mondo.

Le persone intorno a noi hanno cantato canzoni tutto il tempo. Pensavo che cantassero allo stesso modo, probabilmente, in tutte le auto sul treno.

Siamo andati alla stazione quando l’intera macchina ha cantato “Bend of a guitar guitar …”

Anton, dopo aver salutato, è andato a riscrivere il programma, ma non alla stazione, poi è andato a Mosca “in sabaki”. Sono andato a chiamare sulla lista.

A Samara.

I telefoni automatici a Samara sono gratuiti, tuttavia, la conseguenza di questi halyavnosti è che un gran numero di persone desidera chattare. Ho dovuto aspettare circa dieci minuti. Per telefono, ho scoperto che dovevo andare in autobus fino all’ultimo. Non conoscevo la città, ero turbato dal caldo e ho deciso di non fermare il sistema oggi. Senza rimpianti, ho dato il rublo al direttore d’orchestra – dopo tutto, fino alla fine!

C’era una doccia sulla lista, tè con un pilaf. Ho iniziato a salutare il concerto in “Star” di D / C. Riflettendo, ha rifiutato e si è seduto per scrivere un diario, svanire e così via.

La mattina successiva (7 luglio), ha piovuto molto. I proprietari dell’appartamento andarono a lavorare e io andai a letto di nuovo. ( Dovremmo dormire per il futuro?!) All’ora di pranzo, la pioggia era finita e … ricominciato. Dopo aver preso l’ombrello di qualcun altro, facendo shopping, comprando salsicce per cena, olio di aringa, pane e cioccolato Samara a 2-90 ore, che “… un’anima generosa Dopo cena, ho fatto una grande riparazione e alcune attrezzature. Ha scritto un giornale.

La pioggia non si è fermata fino al mattino.

Samara-Ufa.

Lasciò l’appartamento in via Dimitrov alle 9:45 per raggiungere l’autostrada di Mosca. In sette minuti, stava guidando con l’estate residente verso Togliatti all’incrocio con la M5. La posizione era la velocità. Solo mezz’ora dopo, entrai nello Zhiguli. L’autista stava andando al villaggio, quindi mi è stato chiesto di andare alla più vicina stazione di polizia stradale, ma non sono andato lì – alla rotonda e alla fermata dell’autobus.

Alle undici meno un quarto, l’autista entrò nel suo villaggio e io ero di nuovo in autostrada. Dopo 10 minuti, interrompo lo ZIL con il serbatoio del latte e chiedo di restituirlo a Post. ZIL è molto vecchio, rotola lentamente, tutto entra – impossibile da dire. Bene, ecco il post. Per Ufa – 357 km.

Questo post potrebbe essere chiamato “il sogno dell’autostoppista” – due “asini” su ciascun lato. Ma per qualche ragione, non sono stato fortunato qui: le macchine sono uscite presto (e non volevo lasciare “tale” post) o erano già con i passeggeri. Sono rimasto qui a lungo, finché non sono stato “tentato dalla stessa cosa” per un veloce “Zhiguli”. In 40 minuti abbiamo percorso 60 km e mi sono ritrovato alla stazione successiva. La polizia stradale mi hanno chiesto per molto tempo: quanto tempo è il cibo? Come lo fanno? Ma queste domande erano, a mio avviso, puramente per curiosità piuttosto che per interesse professionale.

Ancora una volta, auto locali e lunghi trasportatori sono spariti.

Era in Mordovia. Non avendo risultati dopo un’ora di Quaresima, ho deciso di “cenare” per impostare il tono. Fortunatamente, c’erano molti bar e caffè nelle vicinanze.

Entrai nella taverna e dissi: “Buon giorno, sono un autostoppista, viaggio per un viaggio a Baikal. Ha iniziato a chiedere “standard” “perché-perché” domande. Ho risposto, ha mostrato il giornale “VV”. Con le parole “Oh! Un grande viaggiatore è venuto da noi! “Sono stato portato al tavolo e ho promesso di nutrire il primo, il secondo e il terzo. Ho obiettato che non avevo soldi per tale “ingordigia”. La donna disse: “… sì, possiedo il caffè da solo. Ti servo! In risposta, tutto ciò che dovevo fare era dargli un “vento libero” con un autografo e una pentola di olio di aringa sciolto dal calore. Dopo pranzo, uscii per strada, prendendomi i denti, e vidi un simile caffè accanto. “Non chiedermi di bollire di nuovo?” – balenò un pensiero nella mia testa. Non proprio

Dopo pranzo, mi lavai la faccia con acqua di sorgente, poi sentii “almeno dove!” Alle 16:10 mi sono ritrovato dietro la stazione della polizia stradale.

Davvero, il buon cibo può fare meraviglie in autostop. Meno di dieci minuti, mentre ho preso i “nove” 150 km! Alle sei di sera (come altrove – ora di Mosca), sono stato lasciato cadere a un bivio in Bashkortostan. Il posto è bellissimo: tutto intorno al campo, in lontananza – le colline, il cielo azzurro sopra le erbe verdi …

“Ufa 190” – leggi il puntatore.

Dopo 20 minuti, un nuovo uomo d’affari Bashkir, un amante della guida veloce, venne a prendermi. In meno di un’ora e mezza, siamo arrivati ​​a Ufa. Le strade in Bashkortostan e nella regione di Chelyabinsk sono abbastanza buone. ( In alcuni posti, anche “Eccellente!”), Non possiamo incontrare persone simili nella regione di Mosca! Verso le nove in punto, sono atterrato sulla centrale Ufa Avenue. In Ufa, avevo già quattro liste. Ho chiamato tre telefoni: tutti hanno lasciato la città, dove oggi non apparirà. Il quarto indirizzo è senza telefono, ma si è scoperto che è vicino, a 10 minuti a piedi. Tuttavia, la persona desiderata si è trasferita in un altro appartamento e devi prendere un 12 ° filobus gratuito. Mentre aspetto il filobus, comunico con i tassisti. Una donna in piedi alla fermata dell’autobus mi consiglia di accompagnarla in un minibus in taxi per 2 rubli. È possibile aspettare un filobus per due ore! La donna risultò essere una giornalista Influenzata dalla storia dell’autostop, per prima cosa volevo pagare il mio biglietto, ma rifiutavo. Poi ha chiesto di vendere il suo PVP. Quando siamo arrivati ​​sul posto, ho preso il libro più saggio del mio zaino e, come “regalo aziendale”, anche “Vento libero”.

Avendo trovato l’appartamento desiderato, non ho aspettato una reazione alle mie chiamate alla porta. ( Non sorprende – l’ora locale è mezzanotte!) Dopo aver firmato “VV” e aver messo il giornale nella cassetta della posta, ho messo i miei catarifrangenti e ho deciso di uscire da Ufa sulla M5 per passare la notte in una tenda .

Voto nella stessa strada verso Chelyabinsk. Porta “Volga” 300 metri. Subito un altro Volga. L’autista va all’aeroporto per incontrare lo chef. Guidiamo lungo la notte di Ufa – le luci sono spente, il che consente un risparmio di budget. Vedo – un monumento, illuminato dai riflettori. “Questo è un monumento dedicato all’ingresso della Russia in Bashkortostan …”, ha detto l’autista.

Ci stiamo allontanando da Post – qui, di notte, c’è un “record” di tutte le macchine in partenza. L’autista si ferma e va al cavalletto. È registrato così come l’auto. Nel 10-45 (di nuovo ora di Mosca) è atterrato sotto il ponte M5. Immediatamente, fu attaccato dalle zanzare, questa matita “Dipterol” era a portata di mano.

In pista ci sono poche macchine. Smetti di volere ma vuoi dormire. Dall’ufficio postale “1465” vado al lago, alle undici e mezza mi addormento già in una sciarpa.

Presto mi sono svegliato – l’ingresso non è stato chiuso fino alla fine – le zanzare sono scese. Uccidi i rettili e ti addormenti fino al mattino.

Nella regione di Irkutsk Taishet
Sulle locomotive – più veloce ?